Goofy5 – frasario essenziale

Bene, è passato anche questo Goofy. La solita oasi di intelligenza, umanità, ironia, centinaia di persone che dedicano tutto un weekend a parlare di economia, politica, Italia, mondo, Unione Europea, quasi tutti reduci da vessazioni private, in microcosmi dove questi argomenti sono tabù, perché ignoti o perché si vive circondati da alfieri della piddinità, tramortiti dalla più formidabile fabbrica di distrazione di massa mai realizzata. “E’ durissima”, ha detto Claudio Borghi, riferendosi a questa quotidiana corsa col vento contrario, ed “é durissima” risuonava tra i vari tavoli, a cena.

Il pubblico di Goofy5 e il sacrosanto tweet di Angelini
Il pubblico di Goofy5 e il sacrosanto tweet di Angelini

Altri faranno le analisi, a me il compito, anche quest’anno, di riassumere le cose migliori in un FRASARIO ESSENZIALE. Bagnai temeva un’edizione noiosa, non lo è stata, per niente. Buona lettura.

László Andor (ex commissario UE)

  • C’é vita su Marte: “C’è un filone che dice che eurozona funzionerebbe,è solo una questione di cattive decisioni.”
  • Le colpe dei padri etc “Non vi piace l’UE? Perché ci siete entrati? La firma l’ha messa un vostro politico di primo piano, Andreotti”;
  • Coerenza. “Prodi disse che le regole erano stupide, ma ha fatto tutti gli sforzi per applicarle

Kelly Greenhill

  • Under Pressure. “La migrazione è uno strumento non convenzionale per fare pressione sugli stati, servono a indurre qualcuno a fare qualcosa che, altrimenti, non farebbe. Nel 1979 Deng Xiao Ping disse a Carter:’quanti cinesi vuoi? Un milione, dieci milioni o trenta?’ Lui rispose ‘nessuno’ ‘bene, e allora aiutaci’”.
  • Funziona! “dagli anni ‘50 ad oggi ci sono stati circa 75-85 casi, nel 75% dei casi i paesi che portavano l’attacco hanno ottenuto quello che volevano
  • Gli scemi del villaggio: “Le democrazie liberali sono il target ideale.”
  • Tra il dire e il fare… “Trump ha detto molte cose. Ora gli conviene mostrare il volto presentabile. Bush aveva detto che non avrebbe fatto interventi di guerra…
  • Magari! “Se l’Italia volesse uscire (dell’euro), non ci sarebbe supporto attivo, ma forse solo indifferenza”

Luciano Barra Caracciolo

  • Maestra, ha copiato! “Roepke ha gli stessi capitoli del trattato di Maastricht… cosa c’è da emendare in questo edificio?
  • Più globalizzazione per tutti.”L’emigrazione è l’equalizzatore dell’ingiustizia mondiale, metto tutto al livello più basso… nascere nel Ghana o nascere a Milano sarà uguale…

Heikki Patomäki

  • Esagerati. “in Finlandia, lo spirito è stato quello di fare le riforme e anche di più, se ci chiedono di essere cattolici, noi diventiamo più cattolici del Papa, anche se siamo ortodossi”
  • Il mondo alla rovescia. “Oggi politicamente la Finlandia non è più un paese del Nord Europa: è un paese del Sud”
  • Effettivamente… “ non mi è chiaro (rivolto ad Hampl) qual’è il vantaggio nel lungo termine dell’indipendenza della banca centrale. E poi se i politici non sono in grado di fare una politica monetaria, perché dovrebbero essere in grado di fare una politica fiscale?

Kamil Kaminski

  • Precisazioni-1. “Non si tratta di essere contro l’Euro, ma contro la cattiva economia”

Cesare Pozzi

  • Tautologie. “con salari di sussistenza ci sono solo mercati di sussistenza”

Mojmir Hampl

  • Eroi. “vedere così tanta gente attenta alla domenica mattina, a seguire dibattiti su questi temi è stupefacente (…) c’è gente ai massimi livelli che non riesce a seguire presentazioni nemmeno per lavoro, nemmeno se è pagata…
  • Cechi, non scemi-1.”Noi in Repubblica Ceca abbiamo il più alto tasso di contrarietà alla UE, il 70%
  • Cechi, non scemi-2. “Il migliore argomento contro l’introduzione dell’euro é stato che “i ricchi possono cambiare il loro denaro, ma tu non puoi farlo, quindi tienitelo
  • Parole sante.”quando il mainstream dice che una cosa è indiscutibile e piena di vantaggi, quello è il momento di avere più dubbi
  • Asimmetria. Un politico alla BCE? ”la deflazione non é la stessa cosa dell’inflazione ma di segno opposto, i banchieri la pensano così, mentre i politici lo sanno

Gyula Pleschinger

  • Sliding doors.”Noi (ungheresi) dobbiamo essere grati di non aver soddisfatto i parametri di Maastricht, e di essere rimasti fuori, perché nel 2004 eravamo entusiasti di poter entrare e i media spingevano. Non li abbiamo raggiunti  ed é stato meglio così. Se fossimo entrati nell’euro non avremmo avuto scelta sulla ricetta da seguire ed oggi saremmo nello stato della Grecia.

Roger Bootle

  • La vera ragione. “tutti dicevano che dopo la brexit tutte le banche sarebbero emigrate da Londra a Francoforte… ma l’avete vista Francoforte?
  • L’autostima conta. “Perché non entrammo fin dall’inizio nell’unione? Noi non eravamo stati invasi o battuti da nessuno, non avevamo perso una guerra, non avevamo bisogno di riformare alcunché.
  • Precisazioni-2. “Dopo l’ingresso, nel 1975 gli inglesi fecero un referendum e votarono di stare nel “mercato comune” non nell’Unione Europea.
  • Errare è umano etc.-1 “Quando ci fu lo SME (il sistema europeo a cambi semi-fissi, antenato dell’euro) UK ebbe una cattiva esperienza, come l’Italia, con la speculazione che attaccò la sterlina. (…), ci fu un disastro completo, poi ci fu la svalutazione, e le cose andarono meglio, poi molto meglio, poi molto molto meglio. Quindi, perché rientrare se stando dentro ad un qualcosa di solo simile c’erano stati così tanti problemi?
  • Quel dilettante di Von Masoch. “l’euro è Il più grande danno autoinflitto della storia economica.
  • Grandeur un par de palle.. “l’euro è arrivato per una catastrofica ignoranza dell’economia da parte dei politici, francesi in primo luogo. (…) I francesi non hanno capito niente, pensavano che avrebbero limitato i tedeschi.
  • Sevedeva. “Sono stato in Russia e ho parlato con molte persone. Ho chiesto: ‘quando le cose hanno cominciato ad andare male in URSS?’ Uno mi ha detto: ‘nel 1917’. Per la UE direi la stessa cosa, le cose hanno cominciato ad andare male nel 1957
  • Oggi c’è la Ciiiina. “la Brexit ha altre origini, non viene dal rifiuto della globalizzazione, non sono stati i perdenti a votare, sono io un perdente? Ho parlato con grandi imprenditori per il Brexit… sono dei perdenti?
  • C’è tutto un mondo intorno. “Restare nel mercato comune non è così importante, il mondo è pieno di paesi che stanno benissimo senza stare in nessun mercato comune. E poi, se in un mercato comune si sta così bene, perché Italia e Grecia stando nel mercato unico sono passate da stare così bene a stare così male?”
  • Saggezza. “Se JP Morgan mi dice che dovrei fare qualcosa io farei il contrario
  • Migrazioni. “Il più grande errore della UE è stato quello di estendersi ad est. Fino ad allora non c’erano problemi legati alla libertà di circolazione e i movimenti delle persone erano OK, ma quando sono entrati gli stati dell’Est, c’è stato un problema, perché non era uno scambio, ma un’invasione, era monodirezionale
  • Suffragio universale. “un disoccupato ha diritto di votare contro il governo che lo lascia in povertà , anche se non ha una laurea

Antoni Soy

  • De coccio…”la Catalogna cercherà di fare un referendum, se possibile d’accordo con la Spagna, ma lo faranno anche senza

Alberto Bagnai

  • Non sai cosa ti perdi… “in questo convegno abbiamo rinunciato ai politici italiani perchè sono inutili
  • Cala, Trinchetto… “Il Manifesto dice che, in caso di uscita dall’Euro, avremmo meno 40% di PIL per il primo anno e tre anni successivi a meno 15%.. cioè, in totale, meno 85% del PIL in quattro anni! Tre guerre mondiali messe insieme. Va bene la libertà di opinione, ma c’è un limite a tutto.
  • Adesso è diverso (cit. Feld). “I NPL (Non Performing Loans, cioè le sofferenze) delle banche italiane derivano dal fatto che le ns banche hanno fatto le banche. (…) Le banche tedesche sono state salvate con 260 miliardi, ma poi le regole sono state cambiate e da lì in poi, siccome tocca a noi, lo stato non interviene più. It’s not about risk sharing, but about risk shifting.
  • Hai detto niente-1.“Oggi abbiamo le regole, ma sono basate su variabili NON misurabili… l’output gap non lo è
  • Eau de Calicut. ”quando ho presentato il paper alla peer review mi hanno detto ‘Il paper è buono, ma devi includere anche qualche paper che parla bene dell’euro…’ ma come? Siamo nel 2016, stiamo facendo l’autopsia di un cadavere, come faccio a dirti che profuma?
  • Keynes forever. “lo stato é uno strumento di difesa dei più deboli. dobbiamo ricostruire un rapporto tra i singoli per riprenderci quel keynesismo che sta nella Costituzione italiana”.

Mr.Grainville

  • Lapidari. “Ho passato molto tempo in Russia. Loro si chiedono sempre due cose: ‘chi é il colpevole?’ E ‘che fare?’ La prima risposta è facile: il colpevole è la classe dirigente francese, cioé Mitterrand… lo é meno la seconda.
  • Errare è umano etc-2.”Sugli USA Churchill disse ‘fanno sempre la cosa giusta, dopo avere tentato tutte le altre’.

Stefan Kawalec

  • Paradossi. “la Germania costruirebbe di più il vero spirito europeo uscendo dall’Eurozona
  • Incontentabili. “Il Manifesto di Solidarietà Europea, quando uscì, era considerato un’eresia, ma oggi dicono “entrarci (nell’euro) è stato un errore ma adesso è tardi per uscire”.

Claudio Borghi.

  • Il dito medio di Galileo “oggi noi stiamo ancora convincendo il pubblico, giorno per giorno, spiegando cose ovvie, banalità, che la terra è rotonda.
  • Meteorite? “ogni mossa sarà interpretata dalla nostra stupida leadership… il dollaro sale? Diranno che siamo non abbastanza competitivi. Dovrà succedere in modo chiaro, inequivocabile . (…) Io spero in una sudden death.

Marcello Foa

  • Facciamocome (cit. IlPedante). “perché la Svizzera va bene? perché c’è un patto sociale tra le varie componenti. (…) Non c’è nessun capitalista in Svizzera che pensa che il benessere diffuso sia un male.
  • You’ll never walk alone. “Perfino Keynes aveva paura di essere isolato dicendo tutto quello che pensava. Non c’é il coraggio di osare l’impensabile.
  • La fine è nota.“oggi i figli dei piccoli imprenditori non possono né continuare l’azienda dei padri, perché l’azienda non c’è più, e non trovano lavoro come dipendenti. Le somiglianze con la borghesia pre 1789 sono enormi

Giorgio Cremaschi

  • Libero mercato. “il capitalismo ha dato il meglio di sé quando avuto un concorrente, che poteva batterlo.
  • Orgoglio e pregiudizio. “l’unica vera cosa per cui sarebbe stato giusto dirsi orgogliosi di essere europei era lo stato sociale, cioè esattamente quello che ci vogliono far distruggere.
  • Mi dispiace, devo andare…”Non ci sarà un’uscita concordata, perché, anche se loro non vogliono, ce ne dobbiamo andare lo stesso
  • Se non lo capisci con le buone..”negli anni ‘70 il governatore di Bankitalia, Baffi, faceva politiche accomodanti e favoriva il welfare… fu arrestato da un giudice per accuse che poi si rivelarono infondate”

Sergio Cesaratto

  • Biforcazioni. “Mitterrand disse che in economia ci sono due strade: o sei Leninista o non cambierai nulla”
  • Ottobre del ’17 (duemila?) “Quando milioni di risparmiatori vedranno sfumare i risparmi assalteranno il palazzo”
  • Speriamo di no. “L’euro entrerà in crisi, ma la crisi politica potrebbe perfino portarci la Troika.”
  • Speriamo di si. “Quando i risparmiatori staranno in piazza, metteremo Bagnai su un furgone e lo doteremo di un megafono… “
  • Hai detto niente-2 “Quando gli operai chiesero più salari e più welfare, ci fu la strategia della tensione, seguita poi dallo SME e dall’euro”

E citerei per intero tutto, ma proprio tutto, il video di Blyth mostrato in apertura del convegno

All’anno prossimo. E grazie.

I video completo del convegno QUI

Annunci

Un pensiero su “Goofy5 – frasario essenziale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...